Logo Loading

Al Transpotec Logitec 2019 l’azienda padovana Bizeta presente con analisi in real time e soluzioni innovative

Bizeta, azienda italiana presente sul mercato dei ricambi da quasi trent’anni, propone soluzioni per il controllo e la risoluzione dei problemi della filtrazione dei carburanti e dei fluidi idraulici grazie alla collaborazione con Parker Hannifin, leader mondiale nelle tecnologie di Motion&Control, di cui Bizeta è diventata distributore certificato l’anno scorso e promotore, in Italia, di tutto il pacchetto Parker per il mercato dei veicoli industriali. Per Parker, la presenza su un settore più ridotto rispetto al proprio mercato di riferimento rappresenta un’esperienza innovativa sia nel mercato italiano che in una dimensione europea. Non a caso, Bizeta è stata la prima partner per l’Europa nell’apertura dei ParkerStore Truck Hydraulic Center, oggi presenti globalmente con oltre 2.000 sedi. Bizeta sarà presente a fine febbraio al Transpotec Logitec 2019, nel padiglione 9, ove è posizionato anche l’Aftermarket Village, interamente dedicato all’aftermarket e all’assistenza del mondo truck.

LA COLLABORAZIONE TRA PARKER E BIZETA

La gamma di prodotti che Parker presenta si rivolge ad un mercato molto ampio, rappresentato per la maggior parte da grossi produttori industriali e di primo impianto. Qui entra in gioco Bizeta che si rivolge in prevalenza al mercato dell’aftermarket, dove è nata e cresciuta, ma anche a quello degli allestitori, con grande attenzione a chi si occupa della manutenzione del veicolo industriale.

“Il marchio Parker è riconosciuto a livello mondiale ma l’utilizzatore finale faceva fatica a trovarlo in quanto lavora prevalentemente con il primo equipaggiamento, affidando la distribuzione a specialisti dell’oleodinamica in ambito industriale. Bizeta si presenta quindi come primo partner di supporto in questo mercato dei ricambi truck, dove la presenza di Parker è in crescita grazie anche a soluzioni tecnologicamente avanzate”, raccontano in Bizeta. Cosa sta differenziando in maniera sempre più importante Bizeta, col supporto di Parker, è l’attenzione dedicata al monitoraggio, alla prevenzione e al controllo dei problemi legati ai fluidi. “Ormai possiamo usare il termine ‘fluido’ per indicare sia carburanti che oli.

Le tecnologie e le attrezzature sono le stesse, possiamo lavorare quindi anche in termini di analisi e prevenzione sugli uni e gli altri. Le soluzioni che proponiamo per la bonifica e la filtrazione dei carburanti valgono quindi anche per gli impianti oleodinamici, presenti nel mercato del veicolo industriale soprattutto se guardiamo agli allestimenti, come gru, compattatori e scarrabili”, spiega Roberto Vassallo, fondatore di Bizeta.

ANALISI E PREVENZIONE

Una importante linea di prodotti che Bizeta ha progettato e sviluppato con Parker riguarda le attrezzature utili per l’analisi dei fluidi. Il pacchetto di prodotti, chiamato Condition Monitoring, si avvale di tecnologie sviluppate in ambito aeronautico e militare, settori nei quali l’innovazione e la ricerca sono all’avanguardia, spesso legate a temi di prevenzione e sicurezza. Non stupisce quindi che molti prodotti abbiano già una larga applicazione, ad esempio in ambiti di produzione petrolifera, e la possibilità di averli oggi a disposizione nei settori civili, commerciali e industriali al servizio di una operatività quotidiana segna una svolta per tutta la filiera di settore. Un enorme aiuto che deriva immediatamente dall’uso di attrezzature così sofisticate è la conoscenza dei dati legati alle problematiche riscontrate. “Mentre prima un danno veniva spesso attribuito alla rottura di un componente, oggi siamo in grado di dimostrare come un fluido contaminato possa essere causa diretta di un danno. Riusciamo anche a determinare se un filtro montato è il più adeguato rispetto alla contaminazione del fluido. Questo tipo di analisi non allunga la vita del fluido ma aiuta a prevenire danni maggiori e quindi costi maggiori”, spiega ancora Vassallo. Una delle caratteristiche più interessanti relative al Condition Monitoring è la disponibilità dei risultati delle analisi in tempo reale: i controlli vengono effettuati sul campo, a volte anche senza fermo macchina, il che vuol dire un immediato risparmio in tempi e costi. Chi usufruisce di queste attrezzature, oltre ad affiancare il cliente sul posto è in grado di determinare in tempo reale il tipo di contaminazione e, attraverso i tipi di bonifica attivati, certificarne l’esecuzione secondo le norme prescritte dai costruttori. In questo modo, da una parte si certifica in modo chiaro e con strumenti adeguati la garanzia di un lavoro effettuato a regola d’arte; dall’altra, al termine di una bonifica, i dati raccolti diventano fondamentali per attivare azioni di prevenzione sullo stato di salute di un motore o di un impianto. Si comprende quanto il controllo efficace dei macchinari e delle condizioni dell’olio fornisca all’utente finale la capacità di prevedere il guasto ridurre o addirittura eliminare il costo associato al guasto. La conoscenza approfondita del fluido in tal modo massimizza i tempi di preallarme, determinando una pianificazione più efficiente della manutenzione e delle risorse per la riparazione o la sostituzione dei componenti.

È ancora troppo poco il tempo che si dedica alle azioni di prevenzione

A sinistra: Gasolio prelevato da una cisterna, con stato iniziale torbido e risultato dopo il trattamento: campione limpido e privo di acqua
Gasolio prelevato da una cisterna, con stato iniziale torbido e risultato dopo il trattamento: campione limpido e privo di acqua

CONDITION MONITORING, PROCESSI SOTTO CONTROLLO

Il Condition Monitoring consiste nella continua misurazione periodica e nella conseguente interpretazione dei dati per indicare la condizione del componente e determinarne la necessità di manutenzione. Le strumentazioni utilizzate si articolano su tre processi quali diagnosi, trattamento e prevenzione. Nel dettaglio, per il processo di diagnosi gli strumenti che monitorano, individuano il guasto e avvisano dello stesso hanno applicazioni specialistiche per:

• individuazione dei consumi anomali e fermo macchina;
• verifica dell’olio in uso;
• monitoraggio della degradazione e contaminazione dei fluidi;
• ottimizzazione della manutenzione degli asset;
• miglioramento degli standard di sicurezza;
• riduzione dei rischi ed incremento della produttività.

Nelle attività di trattamento, invece, le particolarità si distinguono per:
• offline e trasportabili;
• flessibilità nella rimozione dei contaminanti dai fluidi idraulici e di lubrificazione;
• supporto del sistema di filtrazione esistente;
• miglioramento della vita utile del fluido e dei componenti del sistema.

Le tecnologie per l’analisi dei fluidi portano a un notevole risparmio

Quando invece si parla di processi di prevenzione l’attenzione è volta ad azioni che portano valore a lungo termine ma, secondo l’esperienza Bizeta, per quest’ultimo aspetto, “in generale si spende solo il 5% delle proprie risorse in prevenzione, il resto è manutenzione e riparazione. Questo dato così basso è lo specchio di un modo di lavorare che va cambiato. Basterebbe incrementare minimamente il 5% per abbattere costi di riparazione e rischiare tempi di fermo macchina a volte estremamente costosi”, aggiunge ancora Vassallo. In sintesi, un’analisi dati e intervento in tempo reale e la conseguente certificazione della riparazione fanno di Bizeta una presenza innovativa non solo nel mondo dei mezzi pesanti, ma anche in altri campi del settore industriale, in pratica ovunque si ha un motore endotermico e un sistema di funzionamento oleodinamico. Inoltre, la continua evoluzione nel mondo dei fluidi sta viaggiando verso soluzioni green, carburanti ecologici e oli vegetali con prodotti innovativi, supportati da tecnologie con le quali bisognerà andare di pari passo anche per quanto riguarda riparazione e ricambi.

A destra: Bonifica da proliferazione microbica su un serbatoio carburante con carrello filtro FBO
Bonifica da proliferazione microbica su un serbatoio carburante con carrello filtro FBO
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
acf-field-group
product_variation
product
acf-field