Logo Loading

Blog

l test per la contaminazione microbiologica sul carburante per Jet e Diesel

Dal campione al risultato in meno di 15 minuti con FUELSTAT® Result

Il test Conidia è un dispositivo immunologico (come un test di gravidanza) che misura la quantità di diversi tipi di contaminanti formatisi all’interno di un campione ricavato o dal carburante o dalla fase acquosa e che riporta i risultati come il peso del materiale attivo nel campione. Si tratta di un sistema di misurazione più recente, più veloce e più preciso rispetto al metodo tradizionale UFC.


OBIETTIVI

Lo scopo del test Conidia è fornire uno screening rapido dei campioni, ignorando i microorganismi entrati da altrove (ad esempio attraverso esalatori dei serbatoi) che probabilmente si sono sviluppati su alberi o in altre fonti di alimentazione. Altri test considerano tutto ciò che viene rilevato all’interno del campione senza distinzioni, sia che questi appartenga al carburante sia che derivi dall’ambiente esterno. Inoltre molti test richiedono condizioni di campionamento sterili, mentre Conidia richiede unicamente che le apparecchiature siano pulite, in altre parole che non ci siano residui di campioni analizzati in precedenza. A differenza del test Conidia che impiega 10 minuti a fornire risultati, la maggior parte degli altri esami richiede 2 o 3 giorni prima di poter dare un quadro completo della contaminazione batterica e fungina.

Dato che alcune spore fungine hanno bisogno di alcuni giorni per mostrare segni di crescita, le tecniche di prova fondate sulla crescita tradizionale potrebbero richiedere diversi giorni prima di dare risultati completi. Contemporaneamente si potrebbe aver bisogno di incubare i campioni e probabilmente di controllarli giornalmente. I test basati sull’ATP (Adenosina trifosfato) invece risultano più rapidi e mostrano l’intero ciclo di vita e proprio potrebbero quindi non distinguere gli organismi in rapida crescita.

RISULTATI

I risultati di altri prodotti concorrenti sono dedotti o dal confronto tra il numero di colori e macchie su una tabella o (se sono richiesti alti livelli di accuratezza) contando le differenze con il microscopio. Il test Conidia invece necessita solamente di un’ispezione visiva dei sei dispositivi a flusso laterale sulla paletta di prova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
acf-field-group
product_variation
product
acf-field